Controlla le nostre offerte | Coronavirus-COVID 19 | SPEDIZIONE GRATUITA SOPRA I 59€

Blog

  1. 10 Consigli per dimagrire (e come usare il tuo Compex)

    10 Consigli per dimagrire (e come usare il tuo Compex)

    Dimagrire è uno dei principali motivi che invoglia le persone a praticare uno sport o una pratica di allenamento; ma ci comportiamo correttamente?

    Prima di tutto, come già spiegato in una delle prime puntate del nostro podcast, dobbiamo sfatare un mito: l'elettrostimolazione non fa dimagrire!

    Si tratta certo di un aiuto per definire, tonificare, prevenire gli infortuni dovuti al sovrappeso ed essere invogliati a svolgere più attività e prendersi cura di sé.

    Dieci suggerimenti per perdere peso in modo corretto

    Ecco per voi un decalogo dei giusti accorgimenti da prendere, per iniziare ad essere attivi e più a nostro agio con il girovita... senza trascurare la salute:

    1. Assumere il giusto quantitativo calorico

    Prima di iniziare un nuovo percorso alimentare più restrittivo assicurati di assumere già il giusto apporto calorico:

    • per gli uomini il proprio peso corporeo x 28. Un uomo di 80kg dovrà mangiare almeno 2240kcal
    • per le donne il proprio peso corporeo x 26. Una donna di 60kg dovrà mangiare almeno 1560kcal.

    Se non si assumono queste calorie, mettersi a dieta risulterebbe inutile o alla peggio dannoso. Poiché catabolizzerete la massa magra abbassando la temperatura corporea senza nemmeno perdere peso innalzando il cortisolo alle stelle.

    1. Equilibrio nutrizionale

    Assumi abbastanza proteine, ti proteggeranno la massa magra e ti faranno soffrire meno la fame, prediligi alla carne rossa quella bianca, ed alla carne bianca il pesce.

    Assicurati di mangiare molta verdura, in tutti i pasti sia cruda che cotta.

    Assumi carboidrati il meno raffinati possibile, non eliminarli!

    Elimina il cibo spazzatura.

    1. Bevi molto

    Assumere un giusto quantitativo di acqua aiuta a raggiungere prima il senso di sazietà.

    Inoltre la carenza d’acqua può portare ad un rallentamento nel metabolismo

    1. Sii attivo

    A qualunque livello tu sia, cerca di muoverti il più possibile per aumentare il dispendio energetico;

    Non basta l’allenamento, ogni scusa è buona per muoversi, fai le scale, non utilizzare l’auto e fai sport divertendoti.

    Se sei alle prime armi Compex viene in tuo aiuto preparando i tuoi muscoli a qualunque sforzo fisico tu intenda sottoporli.

    Ricorda che non basta avere una resistenza cardiorespiratoria bisogna avere anche una buona struttura muscolare che supporti le nostre articolazioni e Compex riesce in questo senza sovraccaricare queste ultime.

    Per utilizzare il tuo elettrostimolatore Compex al meglio, puoi chiedere il supporto di uno dei nostri trainer.

    1. Quale sport o pratica d’allenamento scegliere per dimagrire

    Il miglior modo per dimagrire coniuga un buon dispendio calorico attivo (durante l’esercizio) con una buona capacità di creare massa magra.

    La corsa e l’attività cardio a bassa intensità ha senza dubbio una buona capacità di bruciare calorie durante l’attività ma non genera un beneficio metabolico e non aiuta a sviluppare efficacemente la massa magra.

    Questo NON significa che è meglio non farla e stare sul divano ma che a parità di tempo impiegato, è possibile sostituirla con attività più performanti.

    Se il nostro obiettivo primario è il dimagrimento dobbiamo preferire il cosiddetto interval training (applicabile a tutte le discipline sportive) che coniuga un potenziamento muscolare (tonificazione) ad un opportuno dispendio calorico.

    1. Non bruciare le tappe

    Se hai iniziato una pratica sportiva, di qualunque tipologia si tratti non bruciare le tappe.

    Procedi per gradi i risultati arriveranno prima di quanto immagini.

    1. Varia l’allenamento il più possibile

    Di qualsiasi entità sia lo sport che pratichi (resistenza, potenza, ecc.) è importante variare l’allenamento soprattutto in ottica di dimagrimento.

    La ripetitività crea infatti adattamento e l’adattamento comporta sempre meno effetti sul nostro corpo.

    Diversifichiamo quindi, aggiungendo sempre qualcosa di nuovo alla nostra sessione senza stravolgere completamente quello che facciamo.

    1. Recupera e fai riscaldamento

    Allenarsi ogni giorno senza darsi tregua è estenuate per il fisico e anche per la mente.

    Tenete conto che durante il recupero avviene il cosiddetto dispendio energetico indiretto che aumenta il metabolismo basale (che ci aiuta a perseguire i nostri obiettivi di dimagrimento) e la recettività dei nutrienti da parte del tessuto muscolare.

    Recuperando limitiamo anche l’incorrere di fastidiosi infortuni che potrebbero portare ad uno stop forzato.

    Compex aiuta il sangue a fluire nei muscoli stanchi dopo lo sforzo fisico, accelerando il processo di recupero aumentandone l’efficacia.

    Ricordati di non partire con foga nei tuoi allenamenti, lo sforzo deve essere sempre graduale, il tuo Compex può aiutarti a preparare il tessuto muscolare ad essere più reattivo agli stimoli evitando stiramenti e altri problemi che nascono da una cattiva routine di allenamento.

    1. Prendi nota dei risultati

    Segnarsi i traguardi raggiunti non è un esercizio di narcisismo, anzi, ci aiuta a perseguire nel nostro obiettivo.

    I risultati tanto sudati possono essere facilmente persi se perdiamo il focus sulla nostra nuova “healty routine”.

    Perciò tieni nota dei risultati e poniti sempre obiettivi a breve termine.

    1. Gratificati e riduci lo stress

    Ridurre lo stress è molto importante.

    Allenarsi non deve essere un obbligo ma un piacere, la gratificazione (ad esempio un dolcetto una volta ogni tanto) può aiutare a far nostro questo stile di vita piuttosto che vederlo come un antagonista.

    Con meno stress si riduce anche il famoso ormone cortisolo che ci “blocca” dal dimagrimento.

    Anche in quest’ultimo punto il tuo Compex può fornirti i mezzi per il miglior relax: programmi come dolore muscolare o massaggio rigenerante agiscono sul rilasciamento delle endorfine endogene, proteine che implementano il rilassamento dei muscoli stimolando un corretto ciclo del sonno.

    compex_dimagrire_consigli

    APPROFITTA DEI SALDI COMPEX

    Dimagrire e raggiungere i tuoi obiettivi è oggi più facile con i saldi Compex. Approfitta subito degli sconti fino al 30% su tantissimi prodotti!

    Scopri di più su al sito ufficiale Compex Italia.

    COMPEX ITALIA SEMPRE CON TE

    Siamo al fianco di atleti, amatori e persone qualsiasi, dalla ricerca della performance, al recupero post infortunio, dal massaggio post fatica alla cura degli inestetismi. In Compex abbiamo un solo obiettivo: il benessere delle persone.

    Leggi i consigli dei nostri esperti sul blog ufficiale, gli approfondimenti specifici iscrivendoti al nostro Strava Club, guarda le interviste ai nostri atleti sul canale YouTube e seguici su Facebook e Instagram per non perdere nessuna novità. Ascolta anche il podcast di Compex Italia, su Spotify o alle principali piattaforme di streaming audio.

  2. FIXX2.0 e terapia percussiva

    FIXX2.0 e terapia percussiva

    Il benessere, la cura dei muscoli e la forma fisica ispirano da sempre la ricerca e lo sviluppo dei prodotti Compex, come quelli dedicati alla terapia percussiva.

    La gamma dei massaggiatori FIXX è l’ultima piccola rivoluzione nella famiglia di prodotti Compex, da oggi più ricca grazie a FIXX2.0.

    Sia FIXX1.0 che FIXX2.0 possono garantire a chi le acquista un momento di relax nel modo e nell’attimo della giornata che si vuole: che sia dopo una giornata di lavoro in ufficio o dopo un allenamento intenso, non importa!

    I dispositivi per il massaggio percussivo Compex non sono quindi destinate solo agli atleti ma a chiunque sia oppresso da dolori muscolari o piccoli indolenzimenti ricorrenti.

    COMPEX PRESENTA: FIXX2.0

    LA FIXX2.0 è una versione ad alte prestazioni della sorella minore FIXX1.0.

    Possiamo contare su ben 5  differenti frequenze di percussione  (arriva fino a 50 colpi al secondo) che ci permettono di personalizzare al massimo il trattamento in base al nostro bisogno.

    La punta orientabile in 3 posizioni ci permette di avere uno strumento modulabile ed ergonomico che non risulta mai scomodo da maneggiare.

    Il motore è silenzioso (raggiunge un massimo di 60dB) e la sua autonomia è tra le più alte sul mercato: ben 90 min di uso continuativo alla velocità massima.

    FIXX2.0 si adatta a noi con ben 5 differenti punte (comprese nella confezione): sferica, conica, sferica grande, trapezoidale e cilindrica; possiamo in questo modo avere sempre il giusto strumento per ogni muscolo dolente.

    TERAPIA PERCUSSIVA: I VANTAGGI

    FIXX2.0 ha bisogno di pochi minuti per trattare il dolore. Può essere utilizzata su qualsiasi zona del corpo, per un sollievo immediato oltre che del tutto naturale, con una velocità ed una intensità impossibili da raggiungere con un massaggio tradizionale.

    Questa particolare tecnica di massaggio a percussione favorisce il rilascio miofasciale soprattutto nelle zone più complicate da raggiungere. Tutto ciò è utilissimo per trattare crampi, spasmi e trigger point.

    FIXX2.0 contribuisce inoltre a migliorare mobilità ed elasticità attraverso il rilassamento ed il riscaldamento articolare, oltre che dei muscoli rigidi e indolenziti.

    Tutto questo torna molto utile anche per ridare elasticità a cute e zone affette da esiti cicatriziali.

    TERAPIA PERCUSSIVA: COME E QUANDO USARLA

    Niente di più semplice! Prima di tutto abbiamo dei tutorial sul nostro canale YouTube Compex Italia.

    In generale, possiamo usare FIXX2.0 per riscaldare i muscoli o per recuperare più velocemente.

    Come? Passando sulla zona da trattare per uno o due minuti al massimo, applicando la pressione che riteniamo più confortevole e andando ripetutamente dal basso verso l'alto (comunque seguendo il senso della fibra muscolare). In questo modo favoriremo il ritorno venoso.

    Possiamo usare la nostra FIXX anche per fini antalgici: difatti un trattamento può diminuire la sensibilità al dolore donandoci un sollievo immediato.

    La FIXX2.0 è uno strumento sicuro e facile da utilizzare, prestate solo attenzione a non passare su ferite esposte o infiammazioni in corso.

    APPROFITTA DEI SALDI COMPEX

    Raggiungere i tuoi obiettivi è oggi più facile con i saldi Compex.

    Approfitta subito degli sconti fino al 30% su tantissimi prodotti!

    Scopri di più su al sito ufficiale Compex Italia.

    COMPEX ITALIA SEMPRE CON TE

    Siamo al fianco di atleti, amatori e persone qualsiasi, dalla ricerca della performance, al recupero post infortunio, dal massaggio post fatica alla cura degli inestetismi. In Compex abbiamo un solo obiettivo: il benessere delle persone.

    Leggi i consigli dei nostri esperti sul blog ufficiale, gli approfondimenti specifici iscrivendoti al nostro Strava Club, guarda le interviste ai nostri atleti sul canale YouTube e seguici su Facebook e Instagram per non perdere nessuna novità. Ascolta anche il podcast di Compex Italia, su Spotify o alle principali piattaforme di streaming audio.

     

  3. BUONI PROPOSITI NELLO SPORT: 10 CONSIGLI PER REALIZZARLI

    BUONI PROPOSITI NELLO SPORT: 10 CONSIGLI PER REALIZZARLI

    [NDR: Anno nuovo: tempo di buoni propositi anche nello sport. In questo intervento della psicologa dott.ssa Martina Manzoni impariamo le chiavi per poterli realizzare nei prossimi 12 mesi.]

    Rulli, app di allenamento e divano...Questo 2020 ha cambiato tante cose: allenarsi è diventato difficile per molti, altri hanno scoperto nuovi modi per restare in forma, tutti abbiamo dovuto riformulare i nostri obbiettivi sportivi.

    Il 2021 si prefigura in salita (soprattutto nei primi mesi) ma non possiamo abbandonare gli obiettivi per il nuovo anno.

    Cerchiamo allora di capire insieme come formulare dei buoni propositi che ci aiutino a tagliare il traguardo. 

    COME MAI, MOLTO SPESSO, I BUONI PROPOSITI FALLISCONO?

    I propositi più comuni di inizio anno sono alimentarsi meglio,  sapersi organizzare, essere mentalmente più focalizzati, dedicare più tempo all’allentamento...ma le statistiche indicano che i propositi sono raramente messi in atto e portati a termine. Come mai? Possiamo individuare 3 motivi:

    1. Spesso i buoni propositi riguardano aspetti che ci hanno sempre messo in difficoltà come stili di vita o di allenamento nuovi;
    2. Le vacanze natalizie ci offrono una pausa dal tran tran quotidiano ma non siamo così tranquilli per tutto l'anno. Una volta rientrati nella routine lo stress, la stanchezza e le scadenze ci sovrastano, e spesso ciò che è nuovo e non ancora consolidato passa in secondo piano;
    3. Basiamo tutto sulla nostra forza di volontà: ma se già siamo alle prese con le difficoltà della vita di tutti i giorni, quanta forza ci serve per imparare qualcosa di nuovo?

    E’ allora inutile formulare i propositi? NO!  Come molti atleti giá sanno darsi dei nuovi obiettivi è di grande utilità ma la scienza ci suggerisce che  per essere efficaci devono  essere formulati correttamente

    REALIZZARE I BUONI PROPOSITI? 10 CONSIGLI UTILI

    Ecco qualche utile suggerimento per formulare e tenere traccia dei nostri obiettivi, in 10 consigli:

    1. Stiliamo un elenco di cosa vogliamo raggiungere o modificare  (la costanza, la pazienza, il tempo per sé stessi) e cosa invece vogliamo abbandonare (l’incostanza, l’impazienza, la rabbia, lo stress, la pigrizia…)
    2. Attribuiamo a questo elenco delle priorità, dei veri e propri voti da 1 a 10
    3. Conserviamo la lista ben in vista così da rileggerla al necessario (magari appendiamola al frigorifero, se lo apriamo troppo spesso);
    4. Pensiamo in termini di desideri (“desidero raggiungere quel traguardo” non “devo allenarmi tutti i giorni”);
    5. L’1% al giorno: non dobbiamo stravolgere le nostre abitudini, cambiare poco a poco ogni giorno. Non deve essere o tutto o niente: basta un piccolo cambiamento ma costante nel tempo;
    6. Non procrastinare, meglio fare che pensare;
    7. Stabiliamo azioni specifiche, precise, semplici e misurabili (dedicare un tempo preciso della giornata all’allenamento, nutrirsi meglio, stabilire sempre dove e in quale orario, senza rimandare o posticipare); 
    8. Teniamo traccia (con orologi, app, post-it, diari di allenamento) di quello che facciamo ogni giorno. Questo piccolo espediente aiuterà a motivarci e ricordare a noi stessi i traguardi raggiunti;
    9. Chiediamo a chi ci sta vicino di fungere da “reminder” (non in maniera svalutante o critica), di incoraggiarci e di ricordarci in maniera positiva i nostri obiettivi.
    10. Se possiamo troviamo un compagno o una compagna di allenamento: insieme sarà più facile darsi sostegno e confrontarsi positivamente.

    Fuori dall'elenco... ricordatevi di festeggiare adeguatamente i traguardi raggiunti e fissarne sempre di nuovi!

    QUANTO CI VUOLE PER CREARE NUOVE ROUTINE?

    La psicologia sostiene che per implementare un nuovo cambiamento ci vogliano tra i 21 e i 66 giorni, circa due mesi.

    Non dobbiamo mollare al primo scoglio né scoraggiarci facilmente; è necessario essere costanti soprattutto per il primo periodo, dopodiché verremo ampiamente ripagati.

    Iniziamo l'anno alla grande!

     

    Intervento a cura della Dott.ssa Martina Manzoni - La Tartaruga, Centro di Psicotraumatologia e Terapia EMDR

    APPROFITTA DEI SALDI COMPEX

    Raggiungere i tuoi obiettivi è oggi più facile con i saldi Compex.

    Approfitta subito degli sconti fino al 30% su tantissimi prodotti! Scopri di più su al sito ufficiale Compex Italia.

    COMPEX ITALIA SEMPRE CON TE

    Siamo al fianco di atleti, amatori e persone qualsiasi, dalla ricerca della performance, al recupero post infortunio, dal massaggio post fatica alla cura degli inestetismi. In Compex abbiamo un solo obiettivo: il benessere delle persone.

    Leggi i consigli dei nostri esperti sul blog ufficiale, gli approfondimenti specifici iscrivendoti al nostro Strava Club, guarda le interviste ai nostri atleti sul canale YouTube e seguici su Facebook e Instagram per non perdere nessuna novità. Ascolta anche il podcast di Compex Italia, su Spotify o alle principali piattaforme di streaming audio.

     

  4. ATTIVI DOPO LE FESTE CON COMPEX

    ATTIVI DOPO LE FESTE CON COMPEX

    Il nuovo anno è iniziato e come ogni nuovo inizio che si rispetti non possono mancare i buoni propositi: la forma fisica è sicuramente tra questi.

    Quest'anno Compex sarà il tuo miglior alleato,  vogliamo pensare a chi desidera stare bene con se stesso e con il proprio corpo: sarà facile con il tuo Compex, anche allenandoti a casa.

    Purtroppo il nuovo stile di vita a cui ci siamo abituati, nell'anno appena passato, ci ha portato a diventare improvvisamente molto più sedentari rispetto a prima.
    Siamo passati dal percorrere chilometri da casa all'ufficio, alla palestra, ai pochi metri al giorno tra stanza da letto, salotto e cucina e sicuramente le feste natalizie non hanno aiutato da questo punto di vista.

    ATTENZIONE A COSA MANGIAMO

    Dobbiamo porre molta attenzione alla qualità del cibo che consumiamo:  evitiamo il cibo spazzatura, limitiamo gli zuccheri e cerchiamo di riscoprire la buona cucina.

    Bastano pochi accorgimenti per stare subito meglio: tanta verdura che dona un senso di sazietà, prediligere il pesce alla carne, limitare i carboidrati al necessario e fare tanto, tanto esercizio.

    L’esercizio fisico è fondamentale: bastano 30/40 minuti al giorno per rafforzare il nostro sistema immunitario, abbassare i livelli di cortisolo e produrre endorfine che ci aiutano a diminuire ansia e paure donandoci positività e buonumore.

    FIANCHI E GIROVITA SOTTO CONTROLLO

    Con i nostri esperti Compex vogliamo suggerirti degli esercizi semplici per prenderti cura di te.

    Iniziamo con due zone da trattare: esterno coscia e addome.

    ESTERNO COSCIA

    Seleziona il programma “Tonificazione cosce”

    Posiziona gli elettrodi come in foto sui muscoli abduttori (parte laterale della coscia)

    Durante la fase di contrazione allontana una gamba dall’altra per poi riavvicinarla, alternando le gambe, prima destra poi sinistra

    Nella fase di recupero, rilassa le gambe

    ADDOME

    Seleziona il programma “Addominali scolpiti”

    Posiziona gli elettrodi sull’addome come in foto.

    Durante la fase di contrazione effettua un crunch isometrico (schiena sollevata dal pavimento).

    Nella fase di recupero, rilassa il corpo con la schiena a terra.

    Ricorda di iniziare le tue sessioni di allenamento Compex con 10 contrazioni e di  aumentare gradualmente il numero di contrazioni di sessione in sessione. L’ideale sarebbe utilizzare sempre la massima intensità sopportabile, per ottenere il massimo dell’efficacia dalla seduta di stimolazione.

    Effettua questi programmi almeno 3 o 4 volte a settimana e il tuo fisico te ne sarà grato!

    Questi programmi sono disponibili in tutti i dispositivi Compex della linea FIT. Per scegliere quello più adatto a te puoi consultare la nostra guida all'acquisto.

    COMPEX ITALIA SEMPRE CON TE

    Siamo al fianco di atleti, amatori e persone qualsiasi, dalla ricerca della performance, al recupero post infortunio, dal massaggio post fatica alla cura degli inestetismi. In Compex abbiamo un solo obiettivo: il benessere delle persone.

    Leggi i consigli dei nostri esperti sul blog ufficiale, gli approfondimenti specifici iscrivendoti al nostro Strava Club, guarda le interviste ai nostri atleti sul canale YouTube e seguici su Facebook e Instagram per non perdere nessuna novità. Ascolta anche il podcast di Compex Italia, su Spotify o alle principali piattaforme di streaming audio.

  5. A BORGO EGNAZIA PER RITROVARSI “A CASA” IN UN TRIATHLON MEDIO

    A BORGO EGNAZIA PER RITROVARSI “A CASA” IN UN TRIATHLON MEDIO

    di Carlo Brena

    Eravamo in ottocento e, diciamolo subito, tutti con una gran voglia di ingarellarci.

    La pandemia ci ha tenuti lontani dai pettorali ma come la brace che arde sotto la cenere, basta con refolo di aria, la legna giusta e il fuoco riprende come prima. E di fiamme a Borgo Egnazia in terra di Apulia ce ne sono state, perché un triathlon sulla media distanza non è facile da organizzare in tempi di normalità (chiedetelo a Max e Andrea di TriO...), figuriamoci quando per il mondo svolazza un maledetto virus.

    Poi, però, ci sono anche incroci astrali che premiano il coraggio, come un weekend di sole incastrato in una settimana di pioggia e vento dove il sabato ha visto otto centinaia di triatleti sfidarsi per il campionato italiano di medio e la domenica altri duecento cristiani nella prova sprint.

    Il tricolore halfdistance se l'è portato a casa Giulio Molinari (Atleta Compex Italia, ndr), senza dubbio l'atleta italiano più quotato nelle prove di lunga distanza, che tagliato il traguardo non è riuscito a trattenere un pianto liberatorio che solo chi lo conosce ne percepisce i contorni. A salire sul gradino più alto del podio femminile Marta Bernardi, che nelle frazioni di ciclismo e corsa ha fatto il vuoto sulle avversarie.

    E poi c’è la gara degli altri, quelli che il podio neanche lo vedono con il binocolo, che per loro l’importante era di nuovo infilarsi un pettorale e con esso tutti i gesti che il triathlon riserva in esclusiva a chi vi partecipa, come risentire l’inconfondibile profumo del neoprene (quello della muta, per intenderci), ma anche salire in bici con il body bagnato e i pensieri che ancora galleggiano sull’acqua, entrare in zona cambio e nonostante mille prove fatte prima della gara, non trovare la propria bici al primo colpo: «Eppure mi sembrava fosse qui…». E poi la corsa, con i muscoli delle gambe che gridano pietà, e a volte li senti implorare un “dai fermati…” proprio quando l’avversario della tua categoria ti sta passando sverniciandoti.

    Ecco, c’era proprio voglia di questo a Borgo Egnazia, un elenco di emozioni e sensazioni che ognuno coltiva e fa proprie: sono sempre le stesse da un sacco di anni, ma chissà perché non ci si abitua mai.

    Ora che il weekend pugliese è passato agli annali e tutto è finito, ora che ci resta quel piacevole indolenzimento generale che cureremo nei prossimi giorni con la nostra “borsa degli attrezzi”, ora che si guarda al calendario trovando una nuova occasione dove ingarellarci, si torna a fare i conti con mascherine e distanziamento sociale, ricordando al mondo intero che convivere con il male oscuro del Covid si può, come il Borgo Egnazia Triathlon ha dimostrato in un assolato fine settimana di ottobre.

    Compex Italia è sempre con te

    Siamo al fianco di atleti, amatori e persone qualsiasi, dalla ricerca della performance, al recupero post infortunio, dal massaggio post fatica alla cura degli inestetismi. In Compex abbiamo un solo obiettivo: il benessere delle persone.

    Leggi i consigli dei nostri esperti sul blog ufficiale, gli approfondimenti specifici iscrivendoti al nostro Strava Club, guarda le interviste ai nostri atleti sul canale YouTube e seguici su Facebook e Instagram per non perdere nessuna novità.

    Ascolta anche il podcast di Compex Italia, su Spotify o alle principali piattaforme di streaming audio.

    Con il nostro Davide Belfiore, Team Cinelli Smith
    Quanto mancava la sensazione della muta?

     

  6. Elettrostimolazione e non solo: Compex Italia Podcast e YouTube

    Elettrostimolazione e non solo: Compex Italia Podcast e YouTube

    Elettrostimolazione, sport, fitness e cura della persona sono i temi centrali dei nuovi canali di Compex Italia, ma non ci fermiamo a questo.
    Al nostro Podcast e al canale YouTube, oltre a tanti consigli, troverai interviste e curiosità dai migliori atleti e allenatori del panorama italiano.

    Elettrostimolazione e non solo: tanti tutorial al canale YouTube

    Al nostro nuovo canale YouTube trovi una playlist dedicata a come allenarti con il tuo elettrostimolatore Compex.

    Non è tutto: abbiamo una serie di tutorial per supportarti nell'utilizzo della nostra FiXX1.0, le istruzioni giuste per quando vuoi applicare il nostro CompexTape, interviste, analisi prodotto e approfondimenti in continuo aggiornamento.

    Non c'è dubbio: bisogna iscriversi subito!

    al canale youtube Compex Italia trovi tantissimi video tutorial

    Compex Italia Podcast

    L'ultima novità per supportarti nell'utilizzo del tuo Compex e per parlare con te delle ultime notizie in tema di allenamento, sport, fitness e cura della persona.

    Dove trovarlo? Alle principali piattaforme Podcast: Spreaker, Spotify... e tutte le principali piattaforme di podcasting. Gli episodi sono anche caricati al canale YouTube Compex Italia.

    Tra i tanti episodi trovarai supporto su quale prodotto è il più adatto per te e come usare Compex al meglio.

    Tutto in un format divertente e pensato per farci compagnia.

    Hai già ascoltato il nostro podcast?

    Compex Italia è sempre con te

    Siamo al fianco di atleti, amatori e persone qualsiasi, dalla ricerca della performance, al recupero post infortunio, dal massaggio post fatica alla cura degli inestetismi. In Compex abbiamo un solo obiettivo: il benessere delle persone.

    Leggi i consigli dei nostri esperti sul blog ufficiale, gli approfondimenti specifici iscrivendoti al nostro Strava Club, guarda le interviste ai nostri atleti sul canale YouTube e seguici su Facebook e Instagram per non perdere nessuna novità.

    Ascolta anche il podcast di Compex Italia, su Spotify o alle principali piattaforme di streaming audio.

  7. FORMAZIONE COMPEX: TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE

    FORMAZIONE COMPEX: TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE

    Formazione è la parola chiave per sfruttare al massimo il tuo elettrostimolatore Compex.

    Abbiamo pensato a diversi livelli di supporto per chi vuole approfondire l’utilizzo dei nostri prodotti: ecco una rapida carrellata, per aiutarti a capire se hai bisogno di sapere qualcosa di più.

    Il blog e le pagine di approfondimento su compex.com

    Il sito ufficiale www.compex.com/it presenta motlissimi spunti per l’utilizzo del tuo Compex.

    Puoi capire come funziona il tuo elettrostimolatore, leggere le risposte alle domande più comuni, trovare i manuali d’utilizzo e conoscere la storia di Compex, il brand che da oltre 30 anni è a fianco di chi vuole migliorarsi ogni giorno.

    Al blog del sito ufficiale puoi leggere numerosi approfondimenti specifici, a cura degli esperti Compex o dei nostri collaboratori: da come trattare un infortunio, per esempio la sindrome della bandelletta, a come prevenire un infortunio, per esempio con la core stability, tonificare il corpo (per esempio in vista della prova costume) o cosa fare dopo l’acquisto.

    L’applicaizone grautita CompexCoach

    CompexCoach è l’applicazione gratuita Compex per il tuo smartphone: disponibile per Android o iOS.

    Scaricala subito, imposta i tuoi obiettivi e inizia subito a seguire il programma preimpostato.

    Potrai inoltre avere sempre con te tutti i posizionamenti elettrodi più comuni e tenere traccia dei tuoi progressi.

    Compex Coach è gratutita per Android e iOS

    I canali social Compex Italia

    Il modo più semplice per tenersi aggiornati e non perdere preziosi suggerimenti di utilizzo e spunti è seguire Compex Italia sui principali canali social: in primis Facebook e Instagram, dove troverai utili approfondimenti quotidiani.

    Fondamentali per usare il tuo Compex al meglio sono i nostri canali YouTube ed il podcast di Compex Italia: segui entrambi per diventare un vero esperto.

    Puoi consultare le playlist YouTube su come applicare CompexTape, utilizzare FiXX1.0 o allenarti con il tuo elettrostimolatore.

    Trovi anche gli episodi del podcast ed alcuni utili tutorial.

    Iscriviti anche allo Strava Club Compex Italia, dove potrai confrontrarti con i nostri atleti e trovare approfondimenti dedicati agli sport di resistenza.

    Formazione online

    Se gli strumenti gratuiti a disposizione non sono per te abbastanza e vuoi un piano personalizzato di allenamento in base ai tuoi obiettivi, oppure necessiti di parlare con un professionista Compex in grado di seguirti da vicino… la formazione online è la soluzione perfetta.

    Un colloquio online fino ad un’ora permetterà di chiarire i tuoi dubbi ed iniziare ad impostare un percorso di utilizzo personalizzato del tuo prodotto.

    Puoi acquistare la formazione online a soli 40€ direttamente al sito ufficiale Compex o nei migliori negozi specializzati.

    Un supporto personalizzato con un professionista

    Compex Academy

    Se sei un professionista dell’allenamento sportivo o del fitness e vuoi approfondire ogni tematica dell’utilizzo di Compex per la prestazione, il recupero post infortunio e post training… puoi partecipare alle nostre Compex Academy.

    Una full-immersion intensiva dove potrai studiare in modo approfondito come applicare l’elettrostimolazione Compex ad ogni specifica esigenza.

    Il corso permette di accedere ad un esame abilitante e ad essere pubblicato tra i professionisti certificati Compex.

    Il corso Compex diretto ai professionisti dell'allenamento sportivo e fitness, per diventare Compex Certified Trainers

    I professionisti certificati Compex

    Se cerchi un allenatore o un personal trainer che sia in grado di seguire il tuo allenamento sotto ogni aspetto, integrando anche l’elettrostimolazione Compex, visita la pagina dedicata e contatta i professionisti che hanno passato l’esame abilitante della Compex Academy: garanzia di qualità.

    COMPEX ITALIA SEMPRE CON TE

    Siamo al fianco di atleti, amatori e persone qualsiasi, dalla ricerca della performance, al recupero post infortunio, dal massaggio post fatica alla cura degli inestetismi. In Compex abbiamo un solo obiettivo: il benessere delle persone.

    Leggi i consigli dei nostri esperti sul blog ufficiale, gli approfondimenti specifici iscrivendoti al nostro Strava Club, guarda le interviste ai nostri atleti sul canale YouTube e seguici su Facebook e Instagram per non perdere nessuna novità.

    Ascolta anche il podcast di Compex Italia, su Spotify o alle principali piattaforme di streaming audio.

  8. SALDI COMPEX: GRANDI SCONTI ONLINE E IN NEGOZIO

    SALDI COMPEX: GRANDI SCONTI ONLINE E IN NEGOZIO

    SALDI, SALDI, SALDI.

    Finalmente arrivano i grandi saldi anche sui prodotti Compex, con sconti sia al sito ufficiale www.compex.com/it sia in negozio.

    Finalmente siamo liberi di fare il nostro sport preferito all’aria aperta. Con tutte le attenzioni e le precuazioni della situazione, possiamo sfogarci e goderci la bella stagione.

    Il modo migliore per farlo? Con il compagno di allenamento migliore: Compex ovviamente!

    Da oggi è ancora più facile allenarsi più intensamente, prevenire gli infortuni e recuperare meglio e poco tempo grazie agli splendidi massaggi del tuo nuovo elettrostimolatore.linea compex fitnesslinea compex sport

    Al sito ufficiale Compex.com

    Il nome dice tutto. Compex.com è il punto di riferimento per tutte le informazioni sui prodotti Compex per l’acquisto diretto.

    Puoi confrontare i modelli, consultare le nostre guide alla scelta (ciclismo, corsa, tonificazione e benessere), approfondire come funziona Compex… insomma: dove trovare tutto quello che ti serve.

    Fino alla fine di agosto potrai acquistare il tuo nuovo elettrostimolatore approfittando dei saldi sulla linea FIT e della linea SP ad un prezzo speciale: con sconti fino al 30%. Cosa significa?

    SP8.0 WOD

    1349€

    999€

    SP8.0

    1229€

    859€

    SP6.0

    929€

    649€

    SP4.0

    629€

    439€

    SP2.0

    429€

    299€

    FIT5.0

    629€

    439€

    FIT5.0 4 MODULI

    799€

    609€

    FIT3.0

    429€

    299€

    FIT1.0

    199€

    139€

    Approfittante subito!

    Approfitta dei saldi: prezzi scontati anche presso i nostri rivenditori

    Trova il rivenditore più vicino a te al nostro strumento di ricerca rivenditori.

    Oltre al prezzo promozionale, anche noi aderiamo alla campagna #DoveCompriConta e se acquisti in un piccolo negozio specializzato otterrai in omaggio una card con cui fissare un’ora di formazione online, oltre che elettrodi in omaggio, a seconda del modello di Compex acquistato (la card per la formazione è in omaggio con l’acquisto dei modelli SP8.0, FIT5.0-4moduli e Compex Runner).

    Per saperne di più chiedi al negozio sportivo specializzato più vicino a te.

    Anche questa promozione è valida fino alla fine di agosto, per l’acquisto presso i rivenditori specializzati aderenti all’iniziativa.

    Richiedila nei migliori negozi sportivi

    Elettrostimolazione: funziona veramente?

    La missione di Compex è supportare chi cerca di star bene ogni giorno, mettendo a disposizione di tutti strumenti con basi scientifiche solide e testate da oltre 30 anni. Trovi alcuni riferimenti alla sezione dedicata del nostro sito, inoltre ti invitiamo a consultare anche banche dati comuni (es. pubmed o google scholar) in grado di assicurarti sia attendibilità scientifica che totale indipendenza.

    Al nostro blog trovi tanti approfonidenti dedicati alla prevenzione degli infortuni: per iniziare a correre in sicurezza, prevenire le distorsioni alla caviglia o rafforzare i quadricipiti per supportare gli arti inferiori.

    Al canale YouTube Compex Italia sono presenti numerosi tutorial e spiegazioni: iscriviti per non perdere neanche un aggiornamento.

    Puoi approfondire l’argomento anche al podcast di Compex Italia, su Spotify o alle principali piattafome audio.

    COMPEX ITALIA SEMPRE CON TE

    Siamo al fianco di atleti, amatori e persone qualsiasi, dalla ricerca della performance, al recupero post infortunio, dal massaggio post fatica alla cura degli inestetismi. In Compex abbiamo un solo obiettivo: il benessere delle persone.

    Leggi i consigli dei nostri esperti sul blog ufficiale, gli approfondimenti specifici iscrivendoti al nostro Strava Club, guarda le interviste ai nostri atleti sul canale YouTube e seguici su Facebook e Instagram per non perdere nessuna novità. Ascolta anche il podcast di Compex Italia, su Spotify o alle principali piattaforme di streaming audio.

  9. Bandelletta ileotibiale: prevenzione e trattamento con Compex

    Bandelletta ileotibiale: prevenzione e trattamento con Compex

    La sindrome della bandelletta Ileotibiale o sindrome del Podista è una condizione fra le più invalidanti negli sport di endurance.
    Come spiegato in altri interventi sull’integrazione dell’elettrostimolazione negli sport di Endurance la principale causa di infortuni è il sovraccarico.
    Questa è una sindrome che ha aumentato la sua incidenza proprio in concomitanza con lo sviluppo degli sport di endurance multidisciplinari come il Triathlon (1) ed è la terza più frequente fra i corridori sulla lunga distanza (2), ma a dispetto del nome può però presentarsi frequentemente anche nel ciclismo e in tutti gli altri sport di endurance in cui gli arti inferiori compiano un gesto tecnico atletico ripetitivo attorno ai 20/30° del loro range di movimento. (3)

    Sindrome della bandelletta: sintomi

    La sintomatologia si presenta sull’area laterale del ginocchio, e si elicita attorno ai 30 gradi di flessione, il dolore si esacerba poi dopo aver corso almeno 2/3 km (4) e quindi esso non si presenta all’inizio del gesto atletico, ma può permanere per qualche giorno (qualcuno si ritrova con questa descrizione?).
    La prima teoria sulla causa di questa sindrome è quella presentata dal Dottor Orchard. Egli attribuiva la causa dell’insorgere di questa condizione a una contrazione eccentrica della fascia lata e del grande gluteo durante la fase di decelerazione della gamba nel gesto estensorio, causante una frizione nella area di impingment cioè proprio fra i 20 e i 30°, in questo range le fibre distali della bandelletta ileotibiale sono compresse e frizionate sul condilo laterale del femore anche a causa dell’assenza di una borsa protettiva; tutto questo ripetuto innumerevoli volte sia in bici che di corsa come avviene nel triathlon, causa frequentemente infiammazione dei tessuti interessati (5)
    La seconda teoria più recente è che non sia la bandelletta a muoversi e sfregare contro l’epicondilo, ma che sempre a causa di una compressione della bandelletta nella zona, il tessuto adiposo posto attorno alla articolazione si vada a infiammare (6)
    Le cause principali di questa infiammazione e della maggiore pressione su queste strutture sono da ricercare però nelle alterazioni nella biomeccanica della gamba; infatti pazienti con una maggiore rotazione interna del ginocchio e un angolo di adduzione dell’anca maggiore sono più portati a sviluppare questa patologia. (7)
    Anche un’alterazione dell’articolazione tibio-tarsica (causata magari da un’instabilità dovuta a distorsioni recidive o mal curate) può essere un fattore nello sviluppo di questa patologia, data la forte connessione anatomica fra la bandelletta e la tibia.

    Come intervenire

    Alla luce di quanto espresso, potrebbe essere utile, nel piano di una prevenzione e cura della sindrome, l’utilizzo di un tutore Compex Trizone Ankle e dell’effetto stabilizzante dell’ottimo Kinesiotape Compex se si è al corrente di essere affetti da questi problemi.
    Il metodo più efficace per aumentare la stabilità dell’articolazione tibio-astragalica é rinforzare la muscolatura peronea, l’utilizzo del programma di elettrostimolazione Compex di prevenzione delle distorsioni alla caviglia, sul comparto laterale della gamba può aiutare indirettamente anche nel caso di Sindrome della bandelletta.
    Dal punto di vista del trattamento diretto della sindrome del podista l’elettrostimolazione può essere usata come segue: nella fase acuta suggeriamo il riposo e la TENS attorno all’area dolente (scopri su quali prodotti Compex è presente questo programma).

    Successivamente (fase cronica) lavoriamo sul grande gluteo e il tensore della fascia lata: i due muscoli che, come abbiamo visto, hanno un effetto diretto sulla tensione della bandelletta. Un lavoro mirato a decontrarre e vascolarizzare questi due muscoli ha sicuramente effetti benefici sul decorso della patologia.

    Utilizzare il programma decontratturante Compex su questa muscolatura applicando fino a 4 elettrodi sul gluteo (posizionamento come da istruzioni: disponibili all’app CompexCoach o al poster di posizionamento; per un’applicazione perfetta utilizza la penna punto motore) e abbinarlo successivamente al programma Tendinite (a volte più essere utile procedere anche con il programma Dolore Muscolare, in aggiunta) applicando 2 elettrodi sulla zona più laterale della coscia all’altezza della banda ileotibiale (come nell’immagine riportata qui sotto; per maggiori informazioni sull’applicazione puoi scaricare l’applicazione CompexCoach) può ridurre questa tensione. (8)


    Con il supporto di un professionista certificato Compex (ossia che ha superato l’esame della Compex Academy) si può poi andare a correggere dove possibile gli squilibri e le alterazioni muscolo-articolari che possono portare il ginocchio alla intrarotazione, un aiuto e un supporto nella correzione e nella stabilizzazione del ginocchio ci può arrivare anche dall’utilizzo di una ginocchiera, come la Compex Trizone Knee, che ha anche l’effetto di ridurre la tensione localmente sulla zona inserzionale della bandelletta.


    Ci sono poi in conclusione delle precauzioni che è meglio prendere per ridurre il rischio di sviluppare questa patologia: un rapido aumento dei volumi di allenamento e singole sedute di allenamento molto intense possono essere deleterie (9).
    Anche l’utilizzo di vecchie scarpe o la corsa su terreni sconnessi può essere un fattore predisponente alla sindrome.

    Pietro Maria Bellavite
    Osteopata D.O M.Sc e Compex Certified Trainer

    COMPEX ITALIA SEMPRE CON TE

    Siamo al fianco di atleti, amatori e persone qualsiasi, dalla ricerca della performance, al recupero post infortunio, dal massaggio post fatica alla cura degli inestetismi. In Compex abbiamo un solo obiettivo: il benessere delle persone.

    Leggi i consigli dei nostri esperti sul blog ufficiale, gli approfondimenti specifici iscrivendoti al nostro Strava Club, guarda le interviste ai nostri atleti sul canale YouTube e seguici su Facebook e Instagram per non perdere nessuna novità. Ascolta anche il podcast di Compex Italia, su Spotify o alle principali piattaforme di streaming audio.

     

     

    Bibliografia

    1 K. Kirk, T. Kuklo, W. Klemme Iliotibial band friction syndrome Orthopedics, 23 (11) (2000), pp. 1209–1215
    2 Hespanhol, L. C., Carvalho, A. C. A., Costa, L. O. P., & Lopes, A. D. (2011). The prevalence of usculoskeletal injuries in runners: a systematic review.
    3 Ellis R1, Hing W, Reid D. Iliotibial band friction syndrome--a systematic review. Man Ther. 2007 Aug;12(3):200-8. Epub 2007 Jan 8
    4 Renne J. The iliotibial band friction syndrome. The Journal of Bone and Joint Surgery 1975;57–A(8):1110–1
    5 Orchard, J., Fricker, P., Abud, A., Mason, B., 1996. Biomechanics of iliotibial band friction syndrome in runners. Am. J. Sports Med. 24, 375–379.
    6 Fairclough, J., Hayashi, K., Toumi, H., Lyons, K., Bydder, G., Phillips, N., et al. (2006). The functional anatomy of the iliotibial band during flexion and extension of the knee: implications for understanding iliotibial band syndrome. Journal of Anatomy, 208(3), 309e316.
    7 Ferber R, Noehren B, Hamill J, Davis IS. Competitive female runners with a history of iliotibial band syndrome demonstrate atypical hip and knee kinematics. J Orthop Sports Phys Ther 2010;40:52-58.
    8 Ross Miller a, Brian Noehren b, Irene Davis b Joseph Hamill a,*, A prospective study of iliotibial band strain in runners a Biomechanics Laboratory, Department of Kinesiology, University of Massachusetts, Amherst, MA 01003, USA b Department of Physical Therapy, University of Delaware, USA Received 23 November 2007; accepted 28 April 2008
    9 Robert L. Baker, BSPT, MBA, Richard B. Souza, PhD, PT, Michael Fredericson, MD; Iliotibial Band Syndrome: Soft Tissue and Biomechanical Factors in Evaluation and Treatment

     

  10. Capillarizzazione e sport di endurance

    Capillarizzazione e sport di endurance

    Se ti dico Endurance a cosa pensi? Di sicuro la prima parola che ti viene in mente è “Resistenza”.
    Compex invece pensa in maniera più complessa e include, oltre al lavoro di contrazione tetanica, la “Capillarizzazione”. Un programma di cui non mi stanco mai di parlare.
    Per Endurance si intende la capacità di sostenere nel tempo un'attività fisica intensa, senza cali prestazionali di rilievo: quindi resistere nel tempo.

    L’allenamento aerobico

    La principale tipologia di allenamento per uno sport di Endurance è l’allenamento aerobico.
    Quello aerobico è uno dei tre meccanismi energetici adoperati dal sistema muscolo scheletrico per la produzione di Adenosin tri-fosfato (ATP): la molecola energetica necessaria per l'attività muscolare.
    La produzione di ATP è determinata dalla disponibilità di Ossigeno (O2) trasportato dal sangue all’interno delle fibre muscolari. Uno dei principali obiettivi a lungo termine degli allenamenti Endurance è quindi quello di incrementare nell’atleta la capacità di trasporto dell’ossigeno ai muscoli e la capacità di prelevare anidride carbonica dai tessuti.
    Questa funzione di scambio O2/CO2 all’interno dei muscoli è strettamente correlata al livello di “capillarizzazione” dei vasi sanguigni all’interno dei tessuti (numero di capillari per fibra muscolare), e diventa elemento di efficienza ed efficacia della prestazione atletica aerobica.
    In un muscolo in condizioni normali sono presenti circa 1-4 capillari per ogni fibra a contrazione rapida e 4-10 capillari per ogni fibra a contrazione lenta. Per effetto dell'allenamento la diffusione dei capillari nel muscolo e nei tessuti circostanti può aumentare fino a 3-4 volte.
    Più capillari vuol dire più ossigeno, più scambio O2/CO2., più efficienza e resistenza del muscolo durante la prestazione di durata, e recupero più rapido.

    L’importanza del programma Capillarizzazione

    Il sistema di elettrostimolazione Compex offre il programma Capillarizzazione che, integrandosi nei programmi di allenamento senza difficoltà, consente di sostenere il processo di vascolarizzazione dei tessuti.
    Il programma Capillarizzazione Compex ha, a mio parere, anche altri grandi vantaggi:

    • poter concentrare l’azione su una specifica parte del corpo;
    • mantenere attivo il processo di capillarizzazione anche nei periodi in cui, per vari motivi (infortunio, maltempo, ecc.) non ci si può allenare;
    • svolgere attività di prevenzione e cura di tutte le patologie di natura tendinea, aree dove la vascolarizzazione è molto limitata.

    Per gli atleti che praticano sport di resistenza, in particolare Triathlon, Ciclismo, Nuoto e Corsa, il programma Compex di Capillarizzazione è secondo me un must.

    Capillarizzazione: quando

    Il mio consiglio è di utilizzarlo anche quotidinamente, persino dopo sessioni intense aerobiche a supplemento dei programmi di recupero, per velocizzare lo stesso e rifinire il lavoro svolto.

    Il suggerimento generale è di eseguire questo programma su muscolo rilassato, idealmente a distanza dall’allenamento o comunque solo una volta eseguiti i programmi di rilassamento necessari.
    I benefici dei programmi Compex sono percepiti già alla prima applicazione, come emerge da esperienze dirette sia con atleti Elite che con atleti Age group.
    Dunque quando penso “Endurance”, io penso “supporto Compex”.

    Miriam Montuori
    Preparatore atletico e massaggiatore FITRI

    COMPEX ITALIA SEMPRE CON TE

    Siamo al fianco di atleti, amatori e persone qualsiasi, dalla ricerca della performance, al recupero post infortunio, dal massaggio post fatica alla cura degli inestetismi. In Compex abbiamo un solo obiettivo: il benessere delle persone.

    Leggi i consigli dei nostri esperti sul blog ufficiale, gli approfondimenti specifici iscrivendoti al nostro Strava Club, guarda le interviste ai nostri atleti sul canale YouTube e seguici su Facebook e Instagram per non perdere nessuna novità. Ascolta anche il podcast di Compex Italia, su Spotify o alle principali piattaforme di streaming audio.

1 elementi di 10 di 108 totali